Un registratore serve per memorizzare le eventuali tracce audio elaborate dai miscelatori e/o dai computers. In uno studio di registrazione, possiamo operare sia con registratori analogici, sia con registratori digitali. La scelta dipende dai gusti e dai costi, ci sono registratori del valore di poche decine di euro, fino alle migliaia.


Il classico tipo di registratore impiegato in contesti professionali è il cosiddetto registratore multitraccia. Il funzionamento si basa, sostanzialmente su fatto che il segnale in input non è miscelato, ma suddiviso in singole tracce (ad esempio, in un contesto live ogni strumento musicale viene separato su ciascun canale per la registrazione).