Supponiamo di prendere un'antenna che sta risuonando ad una certa frequenza, La nostra barra metallica correttamente dimensionata come visto in precedenza. Se prendiamo un amperometro e misuriamo la distribuzione di corrente lungo la barra, ci accorgiamo che abbiamo un valore minimo agli estremi, ed un massimo al centro, mentre facendo la misura sulla tensione il trutto risulterebbe sfasato di \( 90° \). Perchè succede questo?

$$ \diamond \diamond \diamond $$
Corrente e tensione d'antenna

La figura mostra chiaramente quello che succede. In pratica la corrente si distribuisce di modo da avere un ventre centrale e due nodi laterali, mentre la tensione siccome è sfasata di un angolo retto, avrà nodi in corrispondenza dei ventri della corrente e ventri in corrispondenza dei nodi della corrente.

Impedenza

Ora, quì viene il punto centrale. Quello che ci interessa è avere il massimo trasferimento di potenza, cioè, vogliamo che l'antenna renda al massimo delle sue prestazioni, queso è possibile dove non vi sono perdite. Un indizio è dato dall'impedenza, che sappiamo essere il rapporto tra tensione e corrente (in modulo, vi ricordo che l'impedenza è un numero complesso \( Z = R+jX \). $$ Z = {V \over I} $$

Siccome abbiamo il minimo della tensione sul centro della nostra "mezza-barra", o se volete su un quarto di \( \lambda \) è proprio lì che l'impedenza sara minima, cioè dove la corrente è massima, quindi possiamo dire che il rendimendo o meglio, l'irradiazione è direttamente proporzionale alla corrente che scorre nella nostra barra