Abbiamo visto che tutta l'informazione sulla corrente e sulla tensione in una barra metallica risonante (antenna), è estraibile dalla metà della barra. Ma ci siamo dimenticati di una cosa non banale. Tutto è valido se la barra è ideale, nel senso che le sue dimensioni non sono troppo ingombranti. In termini rigorosi, se il diametro è molto minore della lunghezza, $$ d << l $$

$$ \diamond \diamond \diamond $$
Il fattore di contrazione \( \mathrm K\)

Quando il diametro \(d \) è dell'ordine della decima parte sulla lunghezza, ad esempio se prendiamo delle barre cilindriche, o tubi o staffe che hanno uno spessore non trascurabile, bisogna apportare delle correzioni sulla lunghezza, questo perché l'onda stazionaria non è simmetrica è come avrete intuito, questo provocherà delle perdite. Si introduce quindi il cosiddetto fattore \( \mathrm K \), un numerino che serve ad accorciare la lunghezza teorica, per avere quella effettiva. Un metodo per calcolare il fattore \( \mathrm K \) consiste nel dividere la lunghezza fratto il diametro e cercare la corrispondenza nelle tavole del fattore \( \mathrm K \).