Somma tra vettori
Regola del punta-coda

Esiste un altro metodo per sommare graficamente due vettori, si chiama regola punta-coda.
Se abbiamo due vettori di prima \(\vec{V}\) e \(\vec{U}\) si sposta uno dei due vettori in modo che la sua coda coincida con la punta dell’altro vettore. Fatto questo la somma si ottiene disegnando un vettore che parte dalla coda del primo vettore e arriva alla punta del secondo

Questo metodo è più rapido e pratico. In genere quando si devono sommare più di due vettori si utilizza questo, infatti se si vuole usare il metodo del parallelogrammo per sommare ad esempio tre vettori bisogna prima ricavare il vettore somma dei primi due e poi ripetere il metodo per fare la somma tra il risultato della prima somma e il terzo vettore.
Supponiamo di voler sommare tre vettori \(\vec{V}\), \(\vec{U}\) e \(\vec{Z}\).
Utilizziamo il metodo punta-coda spostando \(\vec{U}\) in modo da far coincidere la sua coda con la punta di \(\vec{V}\), dopo di che si sposta \(\vec{>}\) in modo da far coincidere la sua coda con la punta di \(\vec{U}\), dopo di che per ricavare il vettore somma \(\vec{W}\) basterà disegnare un vettore che parte dalla coda di \(\vec{V}\) e arriva alla punta di \(\vec{Z}\).
Viene applicato una sorta di punta-coda a catena, come mostrato in figura

BACK HOME NEXT
YouSciences

Copyright©2018 YouSciences | All rights Reserved
written by Loris Fato designed by Giuseppe Sottile


Supportaci con una donazione