Consideriamo l'armonica elementare $$ {\Large x(t) = \color{#008080}{A}\sin(\omega t + \theta)} $$ In verde ho evidenziato il parametro \( A \) detto ampiezza o intensità dell'onda. Questo parametro descrive l'intervallo dei valori che puo assumere, l'onda al variare del tempo (da un minimo ad un massimo). Si parla infatti in molti contesti di "ampiezza picco-picco \( A_{pp} \)", intesa come la distanza tra il picco di massimo e quello di minimo: \( A_{pp} = max(x) - min(x) \).

Quando ci riferiamo ai suoni, l'ampiezza misura il volume o l'intensita di pressione in \( db_{spl} \); quanto più maggiore è l'ampiezza, tanto maggiore sarà lo spostamento di particelle nel fluido in cui l'onda si propaga e quindi maggiore risulterà la percezione acustica, viceversa tanto minore è l'ampiezza tanto minore sarà la nostra percezione dell'onda.

I grafici mostrano la stessa armonica al variare dell'ampiezza con : \( \omega = 1 \) e \( \theta = 0 \):

$$ x(t) = \frac{1}{5}\sin(t) $$

$$ x(t) = sin(t) $$

$$ x(t) = 2\sin(t) $$

$$ x(t) = 3\sin(t) $$

$$ x(t) = 4sin(t) $$

$$ x(t) = 5\sin(t) $$

Ricordando la costruzione della funzione \( \sin(t) \) dalla trigonometria possiamo interpretare geometricamente l'ampiezza come il diametro della circonferenza generatrice della sinusoide.